sabato 25 marzo 2017

Labirinto dei numeri scomparsi "La matematica è divertente"

Laboratorio di matematica creativa per bambini dai 7 ai 10 anni

martedì 4 aprile dalle 17 alle 18

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA



Torniamo a sfidare il Labirinto, ma questa volta non sarà lo stesso,  e come se non bastasse, ci sono lettere al posto dei numeri. 
Il Labirinto 234 è diventato “Il Labirinto dei numeri scomparsi”. Il compito di chi accetterà questa nuova sfida è quello di decifrare le lettere e trasformarle in numeri. Nuove prove ci attendono nel labirinto trasformato!!! 

Riusciranno i nostri amici a superare nuove prove, a seguire nuove piste e a ricostruire il ponte per non cadere nelle fauci dei famigerati coccodrilli mangia numeri?  Se hai tra i 7 e i 10 anni e vuoi provare in questa fantastica impresa vieni anche tu ad affrontare il “Labirinto dei numeri scomparsi” ovvero:  magie matematiche, giochi di squadra, sfide ed enigmi logico-matematici ed attività creative.  
Un percorso per stimolare fantasia e pensiero logico e per condividere uno spazio giocoso insieme.

Ideato e condotto da Fabio Filippi, ideatore del progetto Matematica e Teatro in Gioco, conduttore dei laboratori di matematica creativa per bambini.



Quando: martedì 4 aprile dalle 17.00 alle 18.00

Quota di partecipazione: 10 euro

Prenotazione obbligatoria: girasoliamoci@tiscali.it

www.teatroingioco.it

giovedì 9 marzo 2017

I bambini nel Labirinto 234

Presso la Libreria Risvolti di Roma il 7 marzo si è concluso l’incontro matematico, Labirinto 234.  

Ed eccoci qui: il 3 si era trasformato e non riusciva più a tornare 3, bisognava aiutarlo e chi meglio dei bambini poteva riuscirci? Così i bambini hanno accettato la sfida, sono entrati nel labirinto e, prova dopo prova, trasformazione dopo trasformazione, hanno riportato il nostro 3 dai suoi amici.
Bravi!!!
Mi piace quando si compone un gruppo formato da bambini che hanno già frequentato altri incontri con me, e bambini che non mi conoscono affatto. Mi piace, perché dà la possibilità ai “vecchi” di spiegare ai nuovi alcune delle cose già fatte. Loro, i vecchi, ripassano fortificando il loro sapere ed io verifico quello che è arrivato e cosa è rimasto. Il bambino, nuovo arrivato, porta qualcosa di se e sposta gli equilibri.
L’incontro di oggi era una corsa giocosa contro il tempo, per loro e per me. Creare un labirinto matematico con 10 postazioni da superare in un’ora, non era facile.
Ed essendo la prima volta che sperimentavo questo nuovo percorso, non lo davo certo per scontato. Mi sono armato di una buona dose di flessibilità e di strategie alternative per uscire, in ogni caso, dal nostro labirinto. Ma i bambini sono stati bravissimi, sono loro che mi sorprendono sempre.
Ogni incontro che faccio di matematica creativa fortifica in me la sensazione che quella che sto seguendo sia la strada giusta. Proprio come il percorso preso dai bambini che ha portato, il nostro 3, in salvo dai suoi amici.

Bene, ci vediamo alla prossima avventura… matematica ovviamente!!!

4 aprile 2017
Labirinto dei numeri scomparsi
Libreria Risvolti Roma

giovedì 23 febbraio 2017

Labirinto 234 "La matematica è divertente"

martedì 7 marzo

Laboratorio di matematica creativa per bambini 7 - 10 anni


Un altro percorso di Matematica creativa. 
La matematica diviene strumento per giocare, fare magie e creare !!!


La matematica è ... divertente!

 Labirinto 234 è un incontro per bambini dai 7 ai 10 anni, per guardare la matematica da un altro punto di vista: quello del gioco! 
In questa occasione dobbiamo aiutare il nostro amico 3 ad attraversare un labirinto matematico ma, come se non bastasse, a  complicare la situazione c’è il fatto che 3 non è più lui, si è trasformato. Ce la faranno i nostri ragazzi?


Un percorso che permette ai bambini di scoprire il lato creativo della matematica, incentrato su giochi di squadra, avventure matematiche, sfide creative e indovinelli matematici. Un percorso per stimolare fantasia e pensiero logico e per condividere uno spazio giocoso insieme.

Ideato e condotto da Fabio Filippi, ideatore del progetto Matematica e Teatro in Gioco, conduttore dei laboratori di matematica creativa per bambini.


Quando: martedì 7 marzo dalle 17.00 alle 18.00

Quota di partecipazione: 10 euro a bambino
Dove:  Libreria Risvolti, via Sestio Calvino 73 Roma

Prenotazione obbligatoria  
girasoliamoci@tiscali.it
www.teatroingioco.it

venerdì 17 febbraio 2017

Secondo incontro: Mondrian nel Magico Mondo della Matematica












Se mi chiedi: “Com’è andato il secondo incontro di Mondrian nel Magico Mondo della Matematica?” ti rispondo: Bene. Se poi continui a guardarmi aspettando altre spiegazioni, allora mi siedo ed inizio a raccontare.

Come sempre, da quando ho codificato la struttura del mio incontro, inizio con una magia. La magia di questa volta è la più difficile, perché è una questione di velocità e precisione e, spesso, velocità e precisione non vanno d’accordo. Quella di questa settimana non è una magia vera e propria, è più una questione di abilità: io a mente devo fare il calcolo di qualsiasi numero a due cifre moltiplicato x11, più velocemente di quanto i bambini impiegano a farlo con la calcolatrice: 11x48, 11x97, 11x ecc… Ho vinto!!! Un solo errore commesso. Perché la perfezione non piace a nessuno, ma soprattutto, perché mi sono proprio sbagliato!!!!
Mi sono spinto e ho rischiato un po’, perché questo è il gruppo più complesso che mi sia capitato da quando ho strutturato gli incontri di matematica creativa, soprattutto per le differenze d’età. Dovevo catturare la loro attenzione immediatamente e visibilmente stupirli. Obiettivo raggiunto.

Da lì, poi, si è aperto tutto un dibattito sull’11, il più piccoli dei numeri palindromi: “Wow! Che forza, è vero! Si può leggere da entrambe le parti!” “Si..come alcune parole..o nomi”  “Come Anna!” Il dibattito è ormai aperto! Alla ricerca di numeri e parole palindromi. Una bambina esclama entusiasta: “Yamamay è un palindromo!”

A mio avviso la matematica, soprattutto con i bambini di 6-7 anni, dovrebbe essere piena di storie, immagini, fiabe da raccontare e inventare, incontri fortuiti, magie, trasformazioni, gioco e dialogo. E così il nostro incontro è andato avanti e abbiamo nuovamente incontrato Mondrian, i suoi quadri, le sue composizioni, i suoi colori primari. E, seguendo un gioco matematico, lo abbiamo cercato, scoperto, trovato. Si, l’incontro è andato bene. Magicamente bene. 


giovedì 26 gennaio 2017

Mondrian nel Magico Mondo della Matematica

Laboratorio di matematica creativa e arte per bambini dai 7 ai 10 anni

La matematica gioca con l’arte contemporanea! 

Un altro percorso di Matematica creativa, torniamo a giocare con i numeri insieme ai bambini... e questa volta lo facciamo attraverso l’arte di Mondrian. 


Forme e colori da contare, sommare, indovinare, comporre come puzzle... 

La matematica diviene strumento per giocare , fare magie e creare opere d'arte !!! La matematica è ...divertente!

Quando: martedì 7, 14, 21 febbraio dalle 17.00 alle 18.00

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA.


Tre incontri per bambini dai 7 anni ai 10 anni, per guardare la matematica da un altro punto di vista: quello del gioco! E per conoscere un po’ di arte. La matematica dei quadri di Mondrian e dei quadrati matemagici. Un percorso che permette ai bambini di scoprire il lato creativo della matematica, incentrato su giochi di squadra, avventure matematiche, sfide creative e attività grafiche. Un percorso per stimolare fantasia e pensiero logico e per condividere uno spazio giocoso insieme.

Ideato e condotto da Fabio Filippi, ideatore del progetto Matematica e Teatro in Gioco, conduttore dei laboratori di matematica creativa per bambini. Con la collaborazione di Helga Dentale che si occuperà dell’aspetto artistico.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA.
Quota: 30 euro per l’intero percorso
Dove: Libreria Risvolti, via sestio calvino 73. Roma
info e prenotazioni: girasoliamoci@tiscali.it

www.teatroingioco.it

giovedì 12 gennaio 2017

Lo Zero e il Nulla. Riflessioni personali


Lo Zero e il Nulla sono fratelli, ma non gemelli. 
Zero e nulla non sono uguali.
Zero, per me, è qualcosa che “non c’è”, qualcosa che manca.

Se in un negozio mi vendono un quaderno a quadretti, immagino che nel quaderno ci siano circa 50.000 quadretti… e basta.

Perché per me: “Una cosa è Zero, solo se prima c’era e adesso non c'è più. O anche se ci dovrebbe o potrebbe essere"
Torno nello stesso negozio e mi vendono: Il quaderno dei quadretti e delle righe, ma se nel quaderno trovo solo quadretti dirò che ci sono Zero righe!!!
E ancora, se in una macchina non ci sono i sedili, dirai che mancano i sedili. E se uno ti chiedesse quella macchina quanti sedili ha: Zero, sarebbe la risposta.
Ma se uno ti chiede "quella macchina quanti comodini ha?" Tu risponderai: Ma cosa dici? Che cosa c’entrano i comodini!?!

La differenza?
Non ho più tempo: è Zero.
Non ho tempo per te, perché non l’ho mai avuto: è Nulla.
Ovviamente, questo è il mio personale pensiero, non è certo la verità assoluta!

L’opera qui riportata, dell’artista Marco Tullio Dentale riproduce, secondo me, la perfetta rappresentazione dello zero. L’assenza è qui riprodotta efficacemente attraverso la sagoma mancante (zero) dell’uomo che era, che lì viveva e che ora non c’è più.

Lo zero. L’assenza.




Il Nulla sarebbe così







 




 

Non ho la pretesa di attribuire questo senso al lavoro dell’artista, questa è la mia personale interpretazione, sono suggestioni che questa opera mi ha ispirato.
Anzi, ne approfitto per dire grazie a Marco Tullio Dentale, l’artista dell’opera, che gentilmente si è prestato a modificare il suo lavoro (nelle foto mostrate) che a me ha ispirato: Lo Zero e il Nulla.

Il lavoro originale è riportato invece nella foto qui sotto.