sabato 31 dicembre 2011

 
Non penso che con il teatro 
si possa cambiare il mondo, 
ma devo sempre credere che sia possibile 
Giorgio Strehler

BUON 2012


giovedì 15 dicembre 2011

17| Dicembre| 2011

PICCOLO TEATRO WOODY ALLEN  via la spezia 79 -Roma-
ingresso sottoscrizione 5€
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
girasoliamoci@tiscali.it

mercoledì 14 dicembre 2011

PARLANDOCI ADDOSSO e 5

Quinta pubblicazione della rubrica "Parlandoci addosso"nata il 19| 11|2010

 

Abbiamo superato da 3 mesi il primo anno di esistenza di questo blog. 
Ogni mese, di questo nuovo anno, ha triplicato le visite rispetto all'anno precedente. 
Ci piace.

Post Più Popolare di questo blog 
è quello riferito alla  nostra Rassegna di Corti Teatrali: Teatro a Taglio Corto  

Le ultime tre serate della rassegna hanno registrato il tutto esaurito di pubblico, non esaurito nel senso di pubblico nervoso o esausto, ma esauriti i posti disponibili, finiti, abbiamo fatto il pienone insomma. Grazie. Grazie a chi ci segue sia nelle pagine di questo blog e grazie a chi ci sostiene venendoci a vedere. In questo periodo di crisi, ci piace che la cultura sia alla portata di tutti, il biglietto di ingresso è, e rimarrà, una sottoscrizione di 5 euro.
...sorrisi, emozioni, sguardi... Il teatro, per noi, è un luogo di incontro e scambio... Un luogo dove incontrarsi, emozionarsi, dialogare con parole e silenzi.

Giovedì 15 dicembre è iniziato un seminario di teatro di narrazione dal titolo Il Teatro delle Parole e delle Emozioni, dove vedremo a gennaio, il 22, ospiti nella rassegna Teatro a Taglio Corto esibirsi alcuni allievi-attori. Il teatro di narrazione, come il precedente sogno o realtà, seminario sul sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare, fanno parte del progetto Offina GirasoliTeatro che si concluderà con un seminario sulla COMICITA' Teatrale in partenza a febbraio. 

E una riflessione sul periodo storico che stiamo vivendo in Italia, dove, mentre l'italiano medio tendente al povero, tira la cinghia, i politici sono come tacchini giganti farciti di privilegi.
Ci capita spesso, che ci invitino a partecipare a concorsi teatrali "innovativi" dove il progetto darà "spazio e visibilità" davanti a esperti del settore di "fama internazionale" e dove Noi, come compagnia, per poter partecipare a questo concorso/festival teatrale, con l’alto rischio di non essere preso, anzi, con la probabilità di essere scartato, dobbiamo pagare 40 euro, solo per mandare la candidatura!?!

PARADOSSO ITALIANO. Cominciamo a cambiare noi e non aspettiamo che un tacchino farcito dica felice: Si, anticipiamo il Natale!!!     

VI AUGURIAMO UN 2012 PIENO DI SODDISFAZIONI.
Helga Dentale & Fabio Filippi

chi siamo

nostri spettacoli

prossimi appuntamenti

:) se non avete capito la battuta del tacchino felice che dice "Si, anticipiamo il Natale!!!" scrivete a: girasoliamoci@tiscali.it

SITO: www.girasoliteatro.com

 

mercoledì 7 dicembre 2011

"A SILVIO" di e con Fabio Filippi

"A SILVIO"
lettera di commiato scritta dalla povera ITALIA a SILVIO B. Andata in scena per la prima volta il 19 novembre 2011 durante la seconda serata della Rassegna Teatro a Taglio Corto 011/012, ideata da Helga Dentale e Fabio Filippi, GirasoliTeatro http://girasoliteatro.blogspot.com.



"E' tempo di toppe (o il tappo col tacco)"
E' TEMPO DI TOPPE
E, TOLTO IL TAPPO,
LA TOPPA E’ UN FATTO (continua)

martedì 6 dicembre 2011

LO SPAZIO TEATROGIOCO 14 e 15 gennaio 2012

Pubblichiamo dal blog:  teatroingioco.blogspot.com

 

LO SPAZIO TEATROGIOCO 14 e 15 gennaio 2012


LO SPAZIO TEATROGIOCO è un percorso formativo molto ricco di stimoli, proposte operative, giochi creativi ed espressivi incentrati sul linguaggio teatrale da proporre ai bambini della scuola dell'infanzia. Si tratta di un corso di formazione intensivo rivolto ad educatori, insegnanti, operatori teatrali. E', a mio avviso, un buon modo per iniziare un percorso specifico, o per approfondirlo, in base alle esigenze personali. Non si può affrontare questa grande tematica del "fare teatro con i bambini" in 10 ore, pensando di esaurire tutti gli argomenti (non basterebbe un decennio di studi!) ma si può iniziare a contattare risorse, ad apprendere una metodologia, a toccare con mano un progetto,un percorso didattico ed espressivo. Io parto sempre dalla pratica. E' il modo più efficace per spiegare, illustrare, insegnare qualcosa... (segue)

lunedì 5 dicembre 2011

AMLETO. citazioni



Citazioni dall'AMLETO di William Shakespeare
       Questa pagina è in continuo aggiornamento 


Spettro: La virtù sta salda anche se il vizio la corteggia sotto apparenza divina; ma la lussuria, anche unita a un angelo radioso, può stendersi su un letto celeste a pascersi di letame.
W. Shakespeare. Amleto,  Atto I° -  Scena Quinta


Amleto: Sono solo. Io schiavo miserabile, e zotico! Non è mostruoso che un attore, nient'altro che per un simulacro di passione, un sogno, si immedesimi tanto nella parte che il suo aspetto cambi, il volto gli si sbianca, gli occhi umidi, la voce spezzata, e in lui tutto incarna sentimenti suggeriti? E questo per niente! Che farebbe, avendo per passione l'imperativo che ho io? Inonderebbe la scena di lacrime, ululerebbe, il colpevole ne impazzirebbe e l'innocente ne sarebbe angosciato, l'ignorante confuso, e stupefatti udito e vista. E io, infima comparsa, marionetta di fango, sogno a occhi aperti, mal convinto della mia causa, e non alzo la voce, non parlo.
W. Shakespeare. Amleto,  Atto II° -  Scena Seconda



ALTRE CITAZIONI DI SHAKESPEARE:

Citazioni dal RE LEAR di William Shakespeare  Questa pagina è in continuo aggiornamento  Lear : Chi di voi mi sa dire chi son io?...


Citazioni dal Macbe th di William Shakespeare STREGHE : Il bello è brutto il brutto è bello . W. Shakespeare. Macbeth,  Atto I° -  Scen...

mercoledì 30 novembre 2011

E' tempo di toppe (calembour cacofonico)



Cacofonia: si riferisce a un suono che risulta sgradevole all’udito per il ripetersi di sillabe uguali o simili in un discorso. Ma una cacofonia voluta e ricercata a volte ottiene un particolare effetto sonoro che, paradossalmente, perde il suo carattere cacofonico "cattivo" per diventare addirittura eufonico, piacevole.
La cacofonia viene spesso utilizzata in ambito di calembours linguistici.   
Il calembour è un gioco di parole, fondato sulla loro somiglianza di suono, ma con senso diverso.


"E' tempo di toppe"
E' TEMPO DI TOPPE
E, TOLTO IL TAPPO,
LA TOPPA E’ UN FATTO.
NON TUTTO E’ PERFETTO   
E NON TUTTO E’ DETTO
MA IN TEMPO DI TOPPE 
UNA TAPPA INDOTTA
E’, TOLTA LA TOPPA, 
NON RITROVARSI IL TAPPO.   di Fabio Filippi

 ...un anno dopo:
AD UN ANNO DAL TUTTO
TOPPA E TAPPO
AVETE ROTTO IL TATTO!!!

domenica 20 novembre 2011

il mio racconto dello spettacolo..

Teatro a Taglio Corto 19 novembre 2011
..In dieci minuti si può raccontare una storia.. si può colorare un'emozione.. si può cambiare dimensione. In dieci, piccolissimi minuti, si può compiere un viaggio"..Inizia più o meno così il nostro spettacolo. E ieri di storie ne abbiamo raccontate diverse. E il commento di uno spettatore al termine dello spettacolo che mi ha detto, quasi commosso "E' stato davvero emozionante!" per me è stato davverto prezioso. Abbiamo cercato di emozionare, far riflettere, far sorridere, far sognare.. Gli attori del seminario del "Sogno" hanno messo in scena la versione a taglio corto dell'opera di Shakespeare, e avendo lavorato su questo nel seminario con noi per soli cinque incontri, il risultato è stato incredibile: un grande affiatamento, un racconto fluido e sentito. E voglio ringraziarli perchè è stato molto stimolante lavorare a questa performance con loro. E grazie al pubblico: come sempre, senza il pubblico non esisterebbe spettacolo, scambio, ragione di fare questo mestiere. C'era una grande energia in sala. Ascolto e partecipazione. un'energia che si crea in questo incontro alchemico fra gli elementi-chiave di questo processo creativo: attori, pubblico,palco. E' quasi chimica. E ieri l'equilibrio, lo scambio, l'incontro perfetto secondo me c'è stato. E' stato emozionante, divertente, coinvolgente, per me (e credo per tutti gli attori e per il pubblico) essere lì. "La lettera a Silvio" di Fabio mi è piaciuta particolarmente, anche perchè, come suo solito, ama trasformare le cose fino all'ultimo momento, quindi l'ho davvero ascoltata ieri per la prima volta, insieme alle risate del pubblico.  "Un tetto di stelle" mi ha emozionato particolarmente; è una performance che mi ha toccato molto già in fase di scrittura ..e poi, sul palco, diventa ancora più forte. E' come un grido sussurato..una voce che cerca di dire qualcosa a chi ha voglia di ascoltare..qualcosa sui bambini, sull'infanzia, che è un tesoro prezioso, che dovrebbe essere il bene più tutelato;  è il domani del mondo. E poi L'odore del pane..per me c'è, ogni volta, un pensiero che raggiunge mia nonna, perchè questa storia è vera, anche se un pò romanzata, e lei me la raccontava spesso. Il teatro è magia. Annulla il tempo e lo spazio.

..Grazie a tutti gli attori del sogno, agli attori della Compagnia GirasoliTeatro (Simona, Cristiana, Alessia, Alessio, Annamonica), al nostro prezioso tecnico Enrico, grazie a Fabio.
Stasera,alle 19.00, nuovamente sul palco. Per raccontare ancora...
Helga




mercoledì 9 novembre 2011

NEWS


21/11/2011
  - CHIUSE LE ISCRIZIONI  - "Un testo nato per essere detto di fronte ad un pubblico, per essere modellato dalla voce, volubile, complice del...


16/11/11
Aggiornamenti per
Teatro a Taglio Corto del 19 e 20 novembre
TERMINATI i posti per sabato 19 novembre. 
Disponibilità,
per chi vuole vederci e non ha ancora prenotato, 
solo per domenica 20 novembre ore 19.00. 
girasoliamoci@tiscali.it - 339.5955730

girasoliteatro.blogspot.com
 
12/11/11
Salve a tutti. vi ricordo che il 19 ed il 20 novembre torna
sul palco del Piccolo Teatro Woody Allen:  
TEATRO A TAGLIO CORTO. I corti teatrali in scena. 
il 19 è alle 21.00
il 20 è alle 19.00 
La PRENOTAZIONE E' OBBLIGATORIA
Fateci sapere, ancora 30 biglietti disponibili.
girasoliamoci@tiscali.it - 339.5955730 
Grazie, e se vi va, ci vediamo in teatro.

girasoliteatro.blogspot.com



11/11/11 Abbiamo aggiornato:

09/11/2011 Abbiamo aggiornato: PROSSIMI APPUNTAMENTI










giovedì 27 ottobre 2011

IL TEATRO DELLE PAROLE E DELLE EMOZIONI


Narrazione teatrale: il teatro delle parole e delle emozioni
gennaio-marzo 2013   6 incontri (date da definire)
dalle 21.00 alle 23.00 sempre il lunedì
sede: via botero (Metro Colli Albani)
Accostarsi al testo attraverso il nostro corpo narrante. Il potere delle parole. L'espressione del gesto. Emozioni nel corpo e nella voce. Un percorso espressivo nell'arte della narrazione in cui i partecipanti si confronteranno anche con la preparazione e la messa in scena di una performance.
Il seminario si concluderà con 
una performance teatrale aperta al pubblico 
 
 
"Un testo nato per essere detto di fronte ad un pubblico, per essere modellato dalla voce, volubile, complice delle parole pronunciate.." (Virginia Woolf, Una stanza tutta per sè)
Il teatro delle parole e delle emozioni è un seminario di formazione ed espressione teatrale incentrato sul teatro di narrazione. 
Comunicare, raccontare, emozionare..
Raccontare una storia, un frammento di vita, un ricordo, una suggestione: interpretare un monologo.
Nel seminario lavoreremo sull'arte di scrivere, raccontare ed interpretare un testo. Un viaggio espressivo nell'universo delle parole, nel loro potere evocativo e creativo. Un viaggio espressivo nei colori della nostra voce e nella forza del gesto.

Tematiche del seminario:
- Tecniche e percorsi di scrittura creativa
- Training fisico e vocale
- Lettura di testi e monologhi
- Interpretazione teatrale

info: girasoliamoci@tiscali.it

--------------------------------

Precedente edizione del seminario:
-  15, 22 dicembre 2011
- 12, 19, 26 gennaio 2012
dalle 19.00 alle 20.50 presso il P.T.W.A.
Gli attori che hanno frequentato il seminario 2011/2012 sono andati in scena il 22 gennaio 2012 con una performance di Teatro di Narrazione dal titolo
"Il teatro delle storie" all'interno della Rassegna Teatro a Taglio Corto.


Ogni seminario fa parte del progetto di pedagogia teatrale "Officina GirasoliTeatro" L'Officina vuole essere luogo e spazio pe...

venerdì 21 ottobre 2011

Teatro a Taglio Corto su RadioRadio

Domenica mattina saremo su Radio Radio FM 104.5 per parlare di Teatro a Taglio Corto. Per chi non dorme troppo la domenica mattina potrà essere un appuntamento diverso per "sintonizzarsi" con noi! Intorno alle 8.30-9.30..mettete la sveglia,no?
Diretta on line su http://www.radioradio.it/radio

"Ci piace il modo di fare teatro della compagnia GirasoliTeatro" RadioRadio

giovedì 20 ottobre 2011

35-40, un tetto di stelle

16 ottobre 2011. Rassegna Teatro a Taglio Corto - Roma



Un tetto di stelle 
"Un tetto di stelle" racconta dei frammenti di vita che riguardano bambini di varie parti del mondo. Quasi una ninna nanna amara. Che vorrebbe dire, denunciare, trovare le parole adatte per esprimere un bisogno, un'urgenza. L'urgenza di guardare una realtà e di non chiudere gli occhi. "Un tetto di stelle" racconta di dove dormono e di come vivono alcuni bambini. Chissà se sognano e cosa.

Interpreti: Helga Dentale, Fabio Filippi, Simona Petti.
Musiche di Enrico Del Bosco.




16 ottobre 2011. Rassegna Teatro a Taglio Corto - Roma


35-40
Il corpo femminile venduto come fosse carne a peso. L’ossessione del corpo e della perfezione. Dai sogni adolescenziali di diventare vallette e modelle, trovandosi catapultate in un mondo di plastica e apparenze, al rischio di finire vittime dell’anoressia.

Interpreti: Helga Dentale, Fabio Filippi, Simona Petti.
Musiche di Enrico Del Bosco.


mercoledì 5 ottobre 2011

Un nuovo inizio..Shakespeare Lab..entusiasmo e stupore

"Mi accadeva spesso di non riuscire a prender sonno, nel rincasare dopo lo spettacolo o le prove. Per ottenere qualcosa, bisogna prima imparare ad entusiasmarsi e a stupire". Così scriveva Mejerchol'd (uno dei grandi studiosi del teatro) e lo capisco! Entusiasmo  e stupore ..e tutta una carica di energia e adrenalina, tengono sveglia anche me, dopo uno spettacolo, una prova densa e piena, e dopo un incontro teatrale. Stasera anche io prenderò sonno tardi, quando un pò della mia energia calerà. Perchè un nuovo inizio è sempre emozionante e ricco. E stasera è iniziato un progetto importante, a cui davvero io e Fabio teniamo particolarmente. Forse perchè ci piace tanto lavorare sulle passioni, sui sentimenti, sulle emozioni e sui personaggi creati da Shakespeare. E' un percorso che ci ha entusiasmati l'anno scorso e che ci ha invogliati a studiare ancora, arricchire, completare e ricominciare ora. Il primo incontro di Shakespeare Lab 2011-12. Un nuovo gruppo che si forma. Un bel gruppo. Allievi che hanno già lavorato con noi lo scorso anno o nei seminari, allievi che tornano dopo due anni, nuovi allievi. Per diventare un nuovo unico gruppo. Tanta voglia di fare.
E l'ho sentita nel training, che libera l'energia e la lascia circolare, nella curiosità di contattare,scoprire, nella voglia di mettersi in gioco. E mi ha fatto sorridere nel "gesto ombra" così carico di entusiasmo, e giustamente buffo e sopra le righe.  Forse c'era un pò più di timore nel testo..ma forse più rispetto che timore..perchè, si sa,  il linguaggio è articolato (ma affascinante se ti lasci catturare) e Shakespeare è Shakespeare e all'inizio può sembrarci "troppo". Ma già con qualche lettura il ghiaccio si è rotto..il primo passo è stato fatto. Ed abbiamo iniziato subito con una "cosetta" non da poco..Otello e Desdemona: passione, gelosia, furia, un crescendo di emozioni da decodificare, capire, esprimere... Io sono soddisfatta. Un nuovo inizio. Un nuovo percorso. Sarà un anno di studio, ricerca, confronto, lavoro su se stessi, risate e divertimento, sperimentazione e crescita.  Personaggi da scoprire e da interpretare. Emozioni e passioni. Storie.  Un nuovo spettacolo di fine corso da allestire. Ho voglia di fare, di seguire e portare avanti questo nuovo progetto. con passione, e per tornare a Mejerchol'd, con entusiasmo e stupore.
Helga

CORSO "LO SPAZIO TEATROGIOCO" per insegnanti scuola dell'infanzia

riportiamo direttamente dal blog TeatroInGioco 


Il corso di formazione "Lo Spazio TeatroGioco", con la metodologia Helga Dentale-Teatro in Gioco, si rivolge agli educatori della scuola dell'infanzia ed ha l'obiettivo di creare e favorire uno spazio creativo propedeutico al lavoro da svolgere con i bambini e di costruire uno spazio di gioco ed ascolto attivo attraverso il gioco del teatro. Nel corso di formazione gli insegnanti saranno guidati in un percorso espressivo e didattico finalizzato all'acquisizione di strumenti e metodologie operative per condurre giochi di espressione teatrale con i bambini.
Tematiche del corso:  Rilassamento creativo, percorsi di movimento creativo e pittura gestuale, costruzione dello spazio teatrogioco (giochi espressivi con il corpo e la voce, alfabetizzazione emotiva, personaggio teatrale), lavoro sulla fiaba, fiabe interattive.
Nel corso verrà dato ampio spazio alle fiabe interattive come strumento espressivo e didattico da raccontare ed elaborare con i bambini. Ai corsisti verranno rilasciate dispense integrative continua...

approfondimenti su: www.teatroingioco.blogspot.com

lunedì 26 settembre 2011

.. qui..ora..

Qui..ora..uno dei principi fondamentali del fare teatro: tutto accade in quell'istante, nè un attimo prima nè dopo..le emozioni che provi, le parole che dici, come senti il tuo corpo..a volde saldo e radicato, altre volte meno presente.. E questo accade così, qui e ora, non solo quando si recita in uno spettacolo. Ma anche in un laboratorio. Ogni volta camminare nello spazio scenico è un atto diverso.
Di conoscenza, contatto, scoperta. In un momento cammino, mi guardo intorno, scorgo lo sguardo di altri compagni e sento un'energia che circola, che scorre..sento che già semplicemente nell'atto di camminare io sto facendo qualcosa di espressivo. perchè dò valore al mio corpo. al mio gesto. perchè prendo uno spazio personale. e mi muovo in uno spazio condiviso. e sto solo camminando! Eppure si comincia da qui..per molti allievi nuovi, la camminata appare una richiesta strana, a volte inutile, banale. "Ma perchè questa qui ci fa camminare? Come se non lo facessi già tutti i giorni!".. Già. Eppure camminare è uno dei primi atti "teatrali". Ti rende consapevole di un sacco di cose. E Stanislavkij iniziò a considerare ciò già agli inizi del 900 nella formulazione degli esercizi per il suo "sistema". L'allenamento dell'attore, oggi lo chiamiamo training perchè ci piacciono i termini stranieri anche se significano la stessa cosa, è un percorso stimolante, interessante, costruttivo e creativo. Spostare l'interesse da ciò che fino ad oggi è stato solo "funzionale" (camminare, parlare, utilizzare la gestualità, leggere..) e renderlo "espressivo". Camminare comunicando gioia, ansia, rabbia; utilizzare un gesto per esprimere vicinanza o repulsione; parlare e leggere utilizzando tutti i colori della nostra voce.. Fare teatro, allenarsi al teatro..energia e creatività si mescolano..qui e ora..
Ed iniziamo a camminare..stasera, con nuovi allievi, per un nuovo percorso espressivo..
Helga

sabato 24 settembre 2011

UN TETTO DI STELLE.. una nuova performance in scena a Teatro a Taglio Corto

Ho finito di scrivere una nuova performance teatrale. Non si rivolge ai bambini ma parla di bambini..E' stato forte ed emozionante scriverla..e mentre scrivevo, le idee, le suggestioni, le parole in alcuni momenti scorrevano quasi senza il mio controllo. Come un fiume in piena.  
Come spesso fa la creatività. Qualcosa si genera e scorre..

"Un tetto di stelle" racconta dei frammenti di vita che riguardano bambini di varie parti del mondo. Quasi una ninna nanna amara. Che vorrebbe dire, denunciare, trovare le parole adatte per esprimere un bisogno, un'urgenza. L'urgenza di guardare una realtà e di non chiudere gli occhi.
"Un tetto di stelle" racconta di dove dormono e di come vivono alcuni bambini. Chissà se sognano e cosa. Questa performance teatrale mi gira nella testa da un pò. Oggi ha preso vita e forma su carta. Nasce da una mostra che ho visto all'Auditorium e dalla lettura del rispettivo libro-catalogo "Dove dormono i bambini". James Mollison ha fotografato le camere di bambini di tutto il mondo, mettendo a fuoco volti, sguardi,realtà sociali e familiari completamente diverse. Alcune assolutamente normali e sane per un bambino, altre...decisamente no. Prima di questa mostra, assolutamente indescrivibile per quanto forte (come un pugno nello stomaco) ed emozionante, non avevo mai riflettuto su una cosa così semplice ed importante allo stesso tempo: 
ma dove dormono i bambini? Attraverso le fotografie dei bambini e delle loro camerette (luogo dei sogni, del riposo, luogo-simbolo di un universo sicuro...nell'immaginario collettivo e nelle pubblicità delle merendine) emerge con immediatezza uno spaccato della loro vita, il vissuto quotidiano, la realtà familiare e culturale di appartenenza. E non necessariamente si rimane agghiacciati di più da una realtà povera. 
Fa male vedere i bambini di paesi molto disagiati dormire in case di pietra, su cumuli di stracci per terra. O su un materasso all'aperto, sotto le stelle. 
Ma sconcerta anche vedere bambine ricche cresciute come piccole donne, nutrite con vagoni di bambole e con il rossetto e la messa in piega a sei anni. 
Si dovrebbe riflettere. Riflettere davvero su ciò che possiamo fare. Forse provare a mobilitarci per livellare la differenza fra paesi ricchi e poveri. Manifestando, parlando, sensibilizzando. Si, lo so, sembra un luogo comune. Ma con questa scusa che è un luogo comune finisce che non facciamo mai niente. Non possiamo sentirci perdenti ancora prima di cominciare una battaglia! Una battaglia sociale, che potrebbe iniziare anche assumendoci l'impegno di sostenere associazioni come l'Unicef che si occupano di questi problemi. Perchè nessun bambino dovrebbe dormire al freddo, o esposto ad un pericolo. Ma il problema, ovviamente diverso, sta anche nelle società ricche.
E qui ci vorrebbe una rivoluzione culturale, educativa. A partire dai genitori. Perchè la ricchezza, i giocattoli, i "si" ad ogni richiesta non bastano a dare amore e a far crescere in armonia e serenità un bambino. Ma molti fanno finta di non saperlo. Perchè così è molto più facile.
Helga Dentale

Convenzione sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza:
art. 2: Tutti i bambini del mondo hanno gli stessi diritti
art. 3: Tutti i bambini, per sviluppare armoniosamente la loro personalità, devono crescere in un ambiente familiare in un clima di serenità, amore e comprensione

Il libro è assolutamente da leggere e da guardare:
"Dove dormono i bambini",di J.Mollison ( edizioni contrasto)
C'è anche una meravigliosa ballata di Margaret Mazzantini, ed un contributo di Jovanotti.

spettacolo e mostra d'arte contemporanea da non perdere!

Fotogrammi nella mente. Il nuovo spettacolo di letture, teatro e video art di Serena Damiani e Marco Tullio Dentale. Assolutamente da non perdere perchè è uno spettacolo che emoziona, coinvolge, fa riflettere, sorridere, pensare. La narrazione prende forma, suono, colore, musica. Non mancate!
Quando: 8 ottobre 2011, ore 21.30 spettacolo   
(dalle 19.00 è possibile visitare la mostra)
Dove: Arcobaleno, via Pullino 1
Ingresso libero, gradita la prenotazione
Per prenotare: 06-50.91.31.01
ARTEKREATIVA

UN PALCO FRA I LIBRI...



vedi la locandinaLaboratorio di espressione teatrale per bambini
Condotto da Helga Dentale e Fabio Filippi 

“Un palco fra i libri” è un'idea di Helga Dentale, condotto da Helga Dentale e Fabio Filippi.
UN PALCO FRA I LIBRI è un laboratorio teatrale creativo per permettere ai bambini di giocare e comunicare attraverso i propri strumenti espressivi:voce, corpo, emozioni. Nel laboratorio si gioca ad inventare, creare, interpretare! Sarà stimolante, curioso e divertente sperimentarsi e giocare con le storie, la lettura teatrale, il movimento creativo e le improvvisazioni...

Metodologia: Il laboratorio teatrale è un percorso strutturato in modo tale che il bambino possa imparare a conoscere i propri strumenti espressivi. Attraverso il nostro metodo, Teatro in Gioco, il laboratorio teatrale diventa uno spazio aperto alla sperimentazione personale e al confronto: attraverso i giochi teatrali proposti il bambino è libero di esprimere pienamente la propria creatività. La creatività è alla base del nostro percorso teatrale: dai giochi con il corpo e la voce, alla creazione delle storie, alla costruzione dei personaggi. Il compito di noi operatori è quello di stimolare tale processo, fornendo al bambino gli stimoli giusti, incoraggiandolo nelle proprie scoperte, senza giudizio. Ciò che cerchiamo di fare è quello di condurre ogni bambino alla scoperta di un grande gioco ricco di emozioni; un gioco nel quale è importante lo spirito di gruppo e la cooperazione; un gioco nel quale si è a volte attori e a volte spettatori.. un po' come nel gioco della vita!

Tematiche 
del laboratorio:

Giocando con le fiabe e le storie: lettura interattiva, interpretazione teatrale, creazione di storie; le storie rumorose, le storie emozionanti; le fiabe grafiche.

Giocando con la voce: giochi di immaginazione vocale

Giocando con il corpo: giochi di movimento creativo

Giocando con il personaggio teatrale: giochi di ruolo, improvvisazioni teatrali, interpretazione dei personaggi

Presso Biblioteca Rodari del Comune di Roma
BIBLIOTECA RODARI - Roma, Via Francesco Tovaglieri 237/a 
FREQUENZA: ottobre 4 -18; novembre 8 -22; dicembre 6

Presso Biblioteca Borghesiana, Largo Monreale snc (via di Vermicino)
FREQUENZA: 13 dicembre; 10-17-24-31 gennaio 2012
INGRESSO GATUITO


ATTIVITA' PER BAMBINI sul sito GirasoliTeatro.com

sabato 10 settembre 2011

"OFFICINA GirasoliTeatro"

  -- ISCRIZIONI CHIUSE --


Prossimo Seminario
 COMICITA' TEATRALE 

le date del seminario sulla comicità teatrale sono: 
- 9, 16, 23 febbraio; 1-15 marzo
sempre giovedì dalle 19.00 alle 21.00 

Tematiche del seminario: 
Tecniche e meccanismi della comicità. improvvisazione teatrale. scrittura creativa. monologhi e scene di teatro comico, surreale, grottesco. 
La narrazione comica..l'arte di far ridere raccontando una storia 


"Seminario ad alto tasso di comicità, disperdere nell'ambiente" 
per info: 339/5955730
girasoliamoci@tiscali.it



Ogni seminario fa parte del progetto di pedagogia teatrale "Officina GirasoliTeatro"
L'Officina vuole essere luogo e spazio per sperimentare e studiare autori, opere, stili di recitazione diversi. L'Officina prevede una serie di seminari che si svolgeranno da ottobre a maggio, ognuno incentrato su una tematica specifica. Gli allievi-attori (che abbiano già frequentato Shakespeare Lab o un corso di formazione teatrale) potranno decidere se frequentare tutti i seminari proposti oppure scegliere quelli che più li stimolano per una personale ricerca e crescita formativa. Ogni seminario si concluderà con una performance nell'ambito di uno spettacolo di Teatro a Taglio Corto al Piccolo teatro Woody Allen. Siamo molto stimolati da questo progetto di pedagogia teatrale che ci permetterà di confrontarci con metodologie ed autori davvero interessanti.






Officina GirasoliTeatro seminari gia attivati:

" Un testo nato per essere detto di fronte ad un pubblico, per essere modellato dalla voce, volubile, complice delle parole pronunciate.." 
(percorso espressivo nel teatro di narrazione)   
15-22 dicembre 2011;  12-19-26 gennaio 2012   Segue


"Sogno o realtà"  
inizio 27 ottobre:
 Officina GirasoliTeatro presenta:
Sogno o realtà?.. I temi del sogno e della realtà, dell'immaginazione e della verità si fanno dominanti nel nostro percorso di pedagogia teatrale. il potere dell'immaginazione. la magia e l'inganno. l'amore. personaggi umani, gli innamorati. personaggi magici, elfi e folletti del bosco. attraverso lo studio, l'analisi e l'elaborazione del testo viaggeremo alla scoperta dei personaggi dell'opera, dei significati simbolici e profondi. il "sogno" è considerato il primo grande dramma di shakespeare, l'opera che apre la strada della maturità, dell'indagine psicologica, della sua costante ricerca nelle passioni umane. nel nostro studio metteremo a fuoco alcuni dei personaggi più articolati ed affascinanti dell'opera: Oberon e Titania, Puck; gli innamorati, gli artigiani. Che rapporto c'è fra il mondo degli umani e quello magico, quali sono gli elementi strutturali? Giochi di potere, incantesimo, inganno, dominare ed essere dominati. Muovendoci fra sogno e realtà, attenti ad indagare con curiosità le parole ed il testo, cercheremo nuovamente di intraprendere un viaggio. Un viaggio nel teatro di Shakespeare e nel suo "sogno".
Tematiche del seminario:
- Training (riscaldamento fisico e vocale)
- Lettura ed analisi di brani tratti dal Sogno di una notte di mezza estate"
- Esercizi e percorsi espressivi legati al testo
- Interpretazione di monologhi e scene
- Costruzione di una performance finale

Calendario del seminari "Sogno o Realta?":
27 ottobre dalle 18.50 alle 20.50
3, 10, 17, 24 novembre dalle 18.50 alle 20.50
sede: Piccolo Teatro Woody Allen, via La Spezia (metro S.Giovanni)

info: girasoliamoci@tiscali.it
sito: www.girasoliteatro.com

venerdì 9 settembre 2011

oltre al teatro..c'è molto altro da fare

Facciamo Piazza Pulita, 10/11 settembre a Roma. Non siamo merci in mano a banchieri e politici. Contro la Casta e la corruzione. Partecipa: www.ilpopoloviola.it.

lunedì 5 settembre 2011

il nostro "viaggio" teatrale ed espressivo ad Arterie 2011

Ieri sera la manifestazione si è conclusa con la pioggia. Una pioggia che ci ha lasciato un pò la sensazione di non aver concluso pienamente la nostra avventura. Ma è stato questo il nostro unico dispiacere. Per il resto il viaggio è stato impegnativo, gratificante, pieno. La manifestazione è coinvolgente, colorata, variegata. Nei vicoli di Cantalupo va in scena, per quattro sere, l'arte, la pittura, il teatro, la musica, la voglia di fare, vedere, condividere. Noi, io e Fabio, e con nostra grande gioia tanti componenti dell'officina GirasoliTeatro, abbiamo partecipato da venerdì, con gli spettacoli  e con il seminario sul Macbeth. E' stato bello in soli tre giorni di seminario riuscire a fare tanto e creare una performance finale molto vibrante (purtroppo bloccata dalla pioggia!). Ma è stato appassionante strutturarla, crearla (e la metteremo in scena a Teatro a Taglio Corto!). E' stato bello condividere il percorso didattico. E quello umano. Mangiare insieme, passeggiare, ballare la taranta, recitare, provare, bersi una birra, fare la fila per cenare, chiacchierare, ridere. Ringrazio tutti per esserci stati, con tanta energia e positività: Simona, Enrico, Cristiana, Alessio, Annamonica, Valeria, Monica, Chiara, Giovanni. "L'odore del pane" è stato emozionante..grazie! Aver visto il pubblico commuoversi è stato un segnale forte; bravi Cristiana, Alessio e Annamonica! Così come vedere Monica tenere (e tenere ancora, ancora, ancora..) tutto il monologo senza mai esitare è stata una grande prova! Io mi sono molto divertita in 35-40 insieme a Fabio e Simona..e sono felice della reazione del pubblico rispetto anche a temi così delicati come l'anoressia.. Insomma, sono un pò stanca ma sentivo davvero l'esigenza di scrivere queste poche parole..    - Helga -

Queste invece sono le emozioni di Annamonica: 
Grazie per aver fatto fermare il tempo in questi tre giorni....E' stato bello immergersi ed abbandonarsi al flusso magico dell' arte, che scorreva libero nelle stradine di Cantalupo. Ho sentito i nostri cuori battere all'unisono e le nostre emozioni intrecciarsi in una danza senza fine...ho sentito di far parte di una grande famiglia senza cognome, senza limiti....ognuno parte di un tutto vibrante e luminoso.
Grazie ai miei insegnanti, che hanno saputo condurci nel mondo di Macbeth con la loro grande professionalità, unica, perchè pregnante d'amore...
Un grazie ai miei compagni d'avventura...con i quali ho condiviso sorrisi, pensieri, stupore, propositi, abbracci, consigli, riflessioni, immagini, fantasia, sentimenti, giochi, danze...
Recitare il Macbeth, alla fine del percorso insieme, è stato semplicemente coinvolgente, come un tuffo in un mare di emozioni....  - Annamonica -

E queste le emozioni di Monica:
L'officina GirasoliTeatro è stata per tre giorni la mia famiglia! Ore intense di lavoro ma... trascorse in un soffio. La bambina che c'è in me si è risvegliata.. cercando di dominare quella enorme palla rosa dalla quale venivo puntualmente "disarcionata". Sono stata felicissima di aver condiviso questo viaggio con voi, con i miei simpaticissimi compagni d'avventura e soprattutto di averla condivisa con Giovanni... è stata un esperienza unica!

Venerdì sera, qualche istante prima di recitare il monologo per la prima volta, ho avuto una grandissima emozione, tutte queste persone che si erano disposte a muro, davanti a me, aspettando con curiosità cosa avrei detto.. cosa avrei fatto..ho pensato che forse non c'è l'avrei fatta.. ma poi.. scorgendo tra i visi quello rassicurante di Helga, ho preso coraggio e sono partita.. e dopo la terza esibizione
(proprio come mi aveva detto Fabio)..sono andata più sicura e ... fiera.
Cari Helga e Fabio ... Grazie! Grazie! e ancora... Grazie!
Monica.










sabato 27 agosto 2011

PROGRAMMA DIDATTICO 2011 - 2012 - CORSI GIRASOLITEATRO -

In preparazione il nuovo programma 2011-2012 della Scuola Teatrale di Roma GirasoliTeatro, diretta dal 2000 da Helga Dentale & Fabio Filippi.
A settembre, nei giorni 2-3-4, seminario gratuito c/o Campus formativo della Rassegna ARTErie: Attori viaggianti nel Macbeth
Per il 26 settembre è prevista la lezione prova gratuita per il Corso Base. 
Il corso si rivolge a chi non ha mai avuto esperienze teatrali ed ha voglia di accostarsi al linguaggio teatrale ed espressivo, lavorando soprattutto su corpo, voce, emozioni, studio del personaggio.
Per il secondo anno la scuola propone un corso molto stimolante, che si svolgerà tutti i mercoledì dalle 21.00 alle 23.00 rivolto solo a chi abbia già avuto esperienze teatrali o di laboratorio: "Shakespeare Lab", un anno insieme alle opere e ai personaggi  di Shakespeare, da Amleto a Lear, da Desdemona a Ofelia, un percorso di studio sul testo,l'interpretazione, le emozioni. Tutti i mercoledì alle 21.00; da ottobre a giugno.
Novità assoluta di questo 2011, per la scuola di Teatro GirasoliTeatro, è invece 
l' Officina di Teatro A Taglio Corto.
Teatro a Taglio Corto è la rasegna di corti teatrali ideata da Helga Dentale e Fabio Filippi, che per il suo secondo anno andrà in scena tutti i mesi da ottobre a maggio il 3° sabato del mese con replica la domenica. L'officina Teatro a Taglio Corto darà ogni mese, la possibilità agli allievi-attori di salire sul Palco all'interno della rassegna.
L'Officina vuole essere luogo e spazio per sperimentare e studiare autori, opere, stili di recitazione diversi. L'Officina prevede una serie di seminari che si svolgeranno da ottobre a maggio, ognuno incentrato su una tematica specifica. Gli allievi-attori (che abbiano già frequentato Shakespeare Lab o un biennio di formazione teatrale) potranno decidere se frequentare tutti i seminari proposti oppure scegliere quelli che più li stimolano per una personale ricerca e crescita formativa. Ogni seminario si concluderà con una performance nell'ambito di uno spettacolo di Teatro a Taglio Corto al Piccolo teatro Woody Allen. Siamo molto stimolati da questo progetto di pedagogia teatrale che ci permetterà di confrontarci con metodologie ed autori davvero interessanti.
Inizieremo con "In cerca di Brecht": un seminario dedicato alle ricerche teatrali e ai testi del drammaturgo tedesco, fondatore dello stile epico.
Ad ottobre tornerà anche il Corso Nazionale per Operatori Teatrali per Bambini che arriva alla sua 12° edizione.
A dicembre IL TEATRO DELLE PAROLE E DELLE EMOZIONI
C'è sempre un grande fermento prima di ricominciare..l'estate è stato uno spazio mentale e temporale per progettare, studiare, aggiornarsi e gettare i semi di nuovi percorsi espressivi. Sempre all'insegna della passione, della creatività, della voglia di scambiare idee ed energie. Noi siamo pronti. Speriamo lo siate anche voi!

domenica 14 agosto 2011

Attori viaggianti nel Macbeth al Campus di Arterie


 
Al Campus formativo della manifestazione ARTEr.i.e. gratuito il seminario: Attori viaggianti nel Macbeth. 
ARTEr.i.e (Una manifestazione di teatro, musica, danza, video, che coinvolge tutto il paese di Cantalupo in Sabina, a circa 40 minuti da Roma). 
Se ti interessa puoi iscriverti e frequentarlo. 
L'alloggio costa poco, 15 euro a notte.

SCARICA IL MODULO di iscrizione DA QUESTO INDIRIZZO http://arterie2010.net/modulo-di-iscrizione-campus/   laboratori 2011 TEATRO ATTORI IN VIAGGIO NEL MACBETH (condotto da HELGA DENTALE e FABIO FILIPPI Girasoli Teatro – Roma) - un percorso di espressione teatrale incentrato sul Macbeth di Sha...
 
Per info e iscrizioni segui i riferimenti di Arterie 
 
 

www.youtube.com
Attori viaggianti nel Macbeth,un viaggio teatrale nel potere, nella psiche umana, nell'ombra. Ideato e condotto ...
 
 
BLOG
 
 

martedì 9 agosto 2011

E-state con I Girasoli

Agosto 2011 

19 - 20 - 21 


Golfo dei Poeti - Lerici - Rotonda Vassallo 
 






Durante le serate del 2°Golfo dei Poeti Film Festival
Interventi Teatrali Comici a cura di:
Helga Dentale e Fabio Filippi, GirasoliTeatro, Roma.


Scene comiche di vita quotidiana
"Nelle commedie dei Girasoli, il gioco delle parti non si riconduce solo alla vita di coppia, ma indaga in chiave comica e a volte surreale, diverse tipologie di personaggi fortemente attuali. Impossibile trattenere le risate." Teatro.Org



2°Golfo dei Poeti Film Festival. Concorso Internazionale di cortometraggi aperto ad associazioni e filmaker indipendenti, organizzato da Life Model Agency divisione Cinema per Comune di Lerici (SP) su idea del project manager Emanuele Martini  il 19-20-21 agosto 2011 con inaugurazione alle ore 19,00 del 19 agosto 2011.
Madrina della seconda edizione l'attrice Milena Miconi
- direttore artistico Andrea Visibelli
- Presidente di giuria lo sceneggiatore Paolo Logli
- Interventi Comici a cura di Helga Dentale e Fabio Filippi, GirasoliTeatro, Roma
- fotografo ufficiale Daniele Melato.
Proiezioni all'aperto nelle location di Rotonda Vassallo e Parco Shelley
Programma evento su: www.golfodeipoetifilmfestival.it

RASSEGNA STAMPA:

www.digitalperformance.it
GOLFO DEI POETI FILM FESTIVAL: SECONDO CIAK A LERICI. Resoconto di una giurata dal Festival. Terminata con successo la seconda edizione del Golfo dei Poeti...
[...] Intervalli comici davvero esilaranti della compagnia  Girasoli teatro, che hanno messo in scena cronache  di ordinaria follia di una coppia “scoppiata” con lampi di livida verità!