Ti AMO davvero...almeno credo! - commedia.

venerdì 17 agosto 2018

Giornata di seminari formativi : Educare alle emozioni, Fiabe matematiche, Ti racconto una storia

Una giornata di seminari formativi : Educare alle emozioni, Fiabe matematiche, Ti racconto una storia
29.09.2018


Puoi scegliere di partecipare ad uno, due o a tutti e tre i seminari. Componi la tua giornata formativa!

Seminario “Educare alle emozioni”: Un seminario incentrato sulle emozioni, rivolto a educatori, insegnanti, genitori.
Ideato e condotto da Helga Dentale.

Un incontro per analizzare insieme l'importanza di una sana alfabetizzazione emotiva: esplorando le ricerche di Gardner e Goleman, il ruolo del cervello nello sviluppo delle emozioni, la possibilità di utilizzare i linguaggi espressivi per affrontare le emozioni con i bambini, faremo un punto della situazione e ci confronteremo su un tema così complesso e importante.
Nel seminario la teoria si alternerà alla pratica attraverso la proposta di attività espressive da sviluppare con i bambini. Come creare a scuola, dal nido alla scuola primaria, un "laboratorio emozioni"? Proposte operative, fiabe interattive e libri illustrati, proposte di attività espressive ci permetteranno di costruire un percorso di alfabetizzazione emotiva da sviluppare con i bambini. Esplorare rabbia e tristezza, paura e gioia attraverso il gioco teatrale, la narrazione, i linguaggi espressivi per permettere ai bambini di nominare, riconoscere, esternare le emozioni, sviluppando così l'intelligenza emotiva.
Orario: dalle 14.00 alle 15.30
Quota di partecipazione: 25 euro (comprensiva del libro "Serena e la paura tutta sua")

Seminario "Fiabe matematiche": un seminario incentrato sulla fiaba come strumento per giocare con la matematica, rivolto agli insegnanti della scuola dell'infanzia e primaria.
Ideato e condotto da Fabio Filippi

Un incontro per analizzare insieme lo strumento della fiaba matematica, da utilizzare con i bambini della scuola dell'infanzia e della scuola primaria. Che cos'è una fiaba matematica? E' una storia che diventa contesto narrativo per sviluppare giochi ed attività logico-matematiche. In base all'età dei bambini le fiabe matematiche sono strutturate in modo diverso: per i bambini della scuola dell'infanzia sono fiabe interattive e giocose che prevedono, dopo la narrazione, lo sviluppo di percorsi espressivi ed operativi per sviluppare l'intelligenza numerica. Per i bambini della scuola primaria la fiaba matematica è una storia, modellata sullo schema trifase (inizio, sviluppo, conclusione) che presenta diversi elementi matematici da sviluppare dopo il racconto attraverso varie proposte operative. Nel seminario verranno presentate le due tipologie di fiabe matematiche e verranno proposti diversi percorsi espressivi ed operativi che gli insegnanti potranno utilizzare e sviluppare con i bambini.
Orario: dalle 16.00 alle 17.30
Quota di partecipazione: 25 euro (comprensiva del materiale didattico)

Seminario "Ti racconto una storia": un seminario incentrato sulla narrazione e la lettura ad alta voce, rivolto a educatori, insegnanti, appassionati di narrazione.
Ideato e condotto da Helga Dentale

Un incontro per esplorare insieme la meravigliosa tematica della narrazione. Corpo e voce narrante. Il potere delle parole. Il ritmo delle storie. Come si racconta una storia? Un viaggio nelle storie da raccontare e da leggere, per scoprire la nostra voce sperimentando ritmo, colore, volume. Per esplorare diversi modi di narrare e diverse tipologie di storie. Racconti, filastrocche, libri illustrati, silent book... Un viaggio in una dimensione magica e ricca di valenze educative.
Orario: dalle 18.00 alle 19.30
Quota di partecipazione: 25 euro (comprensiva del materiale didattico)



29 settembre 2018
Sede: Via G. Botero 18 (metro Colli Albani/Furio Camillo, Roma)

Partecipando a tutti e tre i seminari la quota totale è di 65 euro.

Per iscriversi è necessario inviare una mail a girasoliamoci@tiscali.it e ricevere i riferimenti per procedere con il versamento della quota di partecipazione.

www.teatroingioco.it

giovedì 14 giugno 2018

Tra i Bestseller di Amazon “La matematica in scena” di Fabio Filippi.

Mi piace. Mi piace vedere su Amazon la classifica dei Bestseller, e trovare all’ 85° posto il mio libro “La matematica in scena”. Mi piace. Mi piace pensare che qualcuno, in posti lontanissimi da me, stia leggendo il mio pensiero sulla matematica. Per poi magari applicarlo. 
 
Mi piace poter dire che, oltre agli store online, anche grazie a distributori come Centro Libri Brescia e Fastbook il mio libro può essere venduto nelle librerie di tutta Italia. Mi piace sapere che c’è una libreria di Roma, la libreria Risvolti, che mi ha fatto presentare non solo il mio libro ma il mio modo di vedere e fare matematica.

 
Mi piace continuare a sperare che si possano realizzare i sogni di tutti. Mi piace pensare che il talento, se c’è, prima o poi esca, magari ci metterà di più, magari la strada da fare sarà più lunga, in salita e piena di buche, e durante tutto il tragitto pioverà e lui sarà senza ombrello ... ma prima o poi esce.
E se tu che stai leggendo ora, stai pensando: “povero illuso”, mi dispiace per te, perché parti già sconfitto. 


Io, invece, non ho nessuna intenzione di smettere di sognare, e così mi godo questo 85° posto nei Bestseller dei libri di matematica su Amazon


Quando scrivevo questo post, mi riferivo alla classifica (come si vede nella foto sopra) del 2 giugno 2018. Ma "La matematica in scena" -come si vede nella foto sotto :)-  il 14 giugno 2018 raggiunge il 45° posto nei Bestseller di Amazon in Matematica.
 

Grazie a tutti!!!!!!!


venerdì 9 marzo 2018

Una successione di numeri per una successione di idee.


Leonardo è un nome che viene spesso accostato a genio, proprio grazie al più famoso di tutti i Leonardo, Leonardo da Vinci. Anche se, matematicamente parlando, Leonardo da Pisa non è da meno. Chi? Direte voi, Leonardo da Pisa? Si, Leonardo da Pisa figlio di Bonaccio, meglio conosciuto come Fibonacci, riconosciuto? 
Fibonacci è il primo matematico occidentale della storia. Famoso in tutto il mondo per la successione di numeri che porta il suo nome, la successione di Fibonacci 1, 1, 2, 3, 5, 8, 13, 21, 34, 55, 89, 144, 233, 377, 610, 987 ... Fibonacci è l’autore del più importante trattato medioevale di matematica: “Liber abaci” (1202 d.C) Libro dell’abaco. Trattato che contiene un capitolo di matematica ricreativa (visto che quella matematica che trova un fine nel divertimento torna sempre?) chiamato: “Questioni erranti” e proprio lì, tra quelle pagine di questioni vagabonde, c’è la famosa successione di Fibonacci.

Però, io Fibonacci lo metto sul podio dei migliori anche per il, non semplice, compito di aver reintrodotto lo 0 (zero) nella nostra numerazione. Ne parlo anche nel mio libro “La matematica in scena”. Lo zero non ebbe però vita facile e nel 1299 ci fu addirittura un’ordinanza che proibiva l’uso delle nuove cifre, ma resistette e, quel piccolo segno che rappresenta il vuoto e l’assenza, divenne grazie alla diffusione della stampa in Europa: “regolare” e parte integrante del nostro sistema numerico decimale.

“C’è qualcosa che accomuna la mirabile disposizione dei petali di una rosa, l’armoniosa spirale di alcune conchiglie, l’allevamento di conigli e la successione di Fibonacci? Dietro queste realtà così disparate si nasconde sempre lo stesso numero irrazionale comunemente indicato con la lettera greca φ.. Una proporzione scoperta dai pitagorici e calcolata da Euclide chiamata da un trattato di Luca Pacioli divina proporzione e in seguito sezione aurea” (Mario Livio, La sezione aurea).

Nella foto: il lavoro dell’artista Marco Tullio Dentale che, ispirato da Fibonacci ha riprodotto, in un’istantanea, se stesso davanti ai numeri della sua successione.
Fabio Filippi


martedì 27 febbraio 2018

Che cos’è la matematica creativa?

Che cos’è la matematica creativa? 

La mia ha cominciato a prendere forma quattro anni fa.
 

Attraverso ricerche, libri letti e libri da voler scrivere... appunti, idee, prove, percorsi e poi... la sperimentazione in classe. E solo lì, attraverso il confronto diretto con i bambini, mi son detto: “Niente male, funziona davvero! La matematica può essere divertente e giocosa!” 

E poi arriva un altro momento. Per me importante e pieno d’ansia allo stesso tempo: il mio libro sulla matematica da pubblicare! Eccolo lì... ”La matematica in scena”... e le mie ricerche personali e i miei percorsi in classe possono diventare percorsi condivisi con tutti i lettori curiosi ed interessati. E allora mancava un altro passaggio: raccontare le mie esperienze, la “mia” matematica creativa direttamente agli insegnanti. E sabato scorso è iniziata anche questa nuova avventura: il seminario "E se la matematica fosse divertente?" si è svolto presso la Libreria Risvolti. 

È stato bello confrontarmi con le insegnanti. 
Il mio modo di giocare con la matematica si è mescolato con la loro didattica di tutti i giorni. Attraverso il mio modo di vedere la matematica, la matematica può entrare in classe mediante una storia, un gioco con il corpo, il linguaggio teatrale. La formula matematica si mette il naso rosso e diventa formula magica. Buon divertimento! Buona matematica creativa! La prossima data del seminario “E se la matematica fosse divertente?” sarà il 5 maggio

Prossima data: 
Seminario "E se la matematica fosse divertente"
5 maggio 2018
sede Via Giovanni Botero 18 (zona Furio Camillo) Roma
dalle 17,15 alle 18,45

La quota del seminario è di 25 euro (comprensiva del libro “La matematica in scena” e dell'attestato di frequenza).
Per iscriversi è necessario inviare una mail a girasoliamoci@tiscali.it indicando il seminario a cui si intende partecipare, nome e cognome del o dei partecipanti e attendere i riferimenti per procedere con il versamento della quota. 
 
  #matematicacreativa #fabiofilippi #teatroingioco
 
www.teatroingioco.it

sabato 24 febbraio 2018

Seminari "Educare alle emozioni", "Educare all'ascolto", "E se la matematica fosse divertente?"

Un weekend con tre seminari formativi:
Seminari "Educare alle emozioni", "Educare all'ascolto", "E se la matematica fosse divertente?"
Puoi scegliere il seminario che ti interessa, oppure due o tutti e tre!
Componi tu il tuo percorso formativo.

5 maggio, dalle 15.00 alle 16.30:
Seminario Educare alle emozioni
ideato e condotto da Helga Dentale, pedagogista teatrale, docente per la formazione, ideatrice del Metodo Teatro in Gioco®. Il seminario è rivolto ad educatori, insegnanti, operatori per l'infanzia.
Progettare un percorso di alfabetizzazione emotiva, dal nido alla scuola primaria attraverso la narrazione, il gioco teatrale, i linguaggi espressivi.
Un incontro per analizzare insieme l'importanza di una sana alfabetizzazione emotiva: esplorando le ricerche di Gardner e Goleman, il ruolo del cervello nello sviluppo delle emozioni, la possibilità di utilizzare i linguaggi espressivi per affrontare le emozioni con i bambini, faremo un punto della situazione e ci confronteremo su un tema così complesso e importante.
Nel seminario la teoria si alternerà alla pratica attraverso la proposta di attività espressive da sviluppare con i bambini. La fiaba "Serena e la paura tutta sua" ci offrirà ulteriori spunti e strumenti operativi per giocare con le emozioni.
La quota del seminario è di 25 euro (comprensiva del libro "Serena e la paura tutta sua" e dell'attestato di frequenza).

5 maggio, dalle 17.15 alle 18.45
Seminario "E se la matematica fosse divertente?"
ideato e condotto da Fabio Filippi, formatore, conduce laboratori di matematica creativa per bambini, ideatore del progetto "La matematica è divertente". Il seminario si rivolge ad insegnanti e operatori della scuola primaria.
Un incontro per scoprire insieme il lato divertente, creativo, giocoso della matematica. L’obiettivo del seminario è quello di costruire la struttura di un percorso di matematica creativa da sperimentare con i bambini della scuola primaria. Nel seminario, seguendo le linee guida del libro “La matematica in scena” e attraverso altri spunti e riferimenti pedagogici verranno proposte varie attività: storie matematiche da inventare e raccontare, giochi di squadra, magie e scene teatrali matematiche.
La quota del seminario è di 25 euro (comprensiva del libro “La matematica in scena” e dell'attestato di frequenza).

6 maggio dalle 14.30 alle 16.00:
Seminario "Educare all'ascolto"
ideato e condotto da Helga Dentale, per costruire percorsi espressivi per nido, scuola dell'infanzia, primo ciclo scuola primaria.
Educare all'ascolto... ma come si fa? Non esistono formule magiche ma si possono esplorare proposte operative e percorsi espressivi per lavorare con i bambini sull'educazione all'ascolto e alle emozioni. Scoprire che il "silenzio" può essere un amico fidato, un posto sicuro dove giocare e creare. Abbassare il volume e rallentare per mettersi in contatto con le proprie emozioni. Per scoprire che dall'altra parte della rabbia c'è la calma. Che si può raccontare una storia sussurrando. Che non si deve sempre correre. Che è divertente giocare nel silenzio. Che è bello ascoltare le nostre emozioni. Una pedagogia dell'ascolto, della cura, della relazione armoniosa. Questo è il tema centrale di questo seminario dove la teoria si alternerà alla pratica. Faremo insieme un viaggio nella pedagogia dell’ascolto, nella narrazione, nelle proposte operative tratte dal Metodo Teatro in Gioco®.
Scopriremo il Regno del Silenzio. Fiabe, storie, giochi teatrali ed espressivi, attività di rilassamento e attività creative per educare all’ascolto.
La quota del seminario è di 25 euro (comprensiva del libro “Il Regno del Silenzio” e dell'attestato di frequenza).

Partecipando a tutti e tre i seminari ci sarà un'agevolazione sulla quota di partecipazione che sarà, in totale, 65 euro.

La sede dei seminari è in Via G. Botero 18 (zona Colli Albani/Furio Camillo) Roma.

Per iscriversi è necessario inviare una mail a girasoliamoci@tiscali.it indicando il/i seminario/i a cui si intende partecipare e attendere i riferimenti per procedere con il versamento della quota.

www.teatroingioco.it

martedì 13 febbraio 2018

Un incontro di matematica creativa con i bambini!!! Ideato e condotto da Fabio Filippi



Il 7 febbraio si è svolto il primo incontro dell’anno di La matematica è divertente presso la libreria Risvolti. 
Bambini di terza e quarta elementare, connubio perfetto per me, bambini e matematica. 
Un mondo da scoprire. 
Ci presentiamo, qualcuno lo conosco già, non tutti, ma è presto fatto. Ed iniziamo dal: Che cos’è un problema? E le risposte variano dalla spiegazione perfetta,  passo passo, di che cosa è un problema matematico di M., al  “Dover pagare l’affitto” di E.

Ed è proprio questa seconda  risposta che mi fa ben sperare e così metto alla prova il loro distaccarsi dai numeri chiedendo di risolvere un problema di matematica “da strada”, quella reale, la matematica pratica di tutti i giorni. Un tipo di matematica con cui i bambini non sono abituati a confrontarsi. Ma, anche per loro il problema delle 14 maestre che devono salire in 4 macchine, è stato difficile da risolvere... “c’è il resto di 2... quindi 3 in ogni macchina” “e le altre 2?” – chiedo – “... devono venire per forza?” –mi rispondono-. Che, comunque, è già un passo avanti rispetto alla classe che ha risposto: “tre maestre e mezza per macchina”   

Facciamoli ragionare i bambini, facciamo diventare quei numeri realtà, perché altrimenti, se si trovano con 15 fiori da mettere in 3 vasi, va tutto bene, ma se mi si rompe un vaso, insieme ai cocci buttano anche un fiore, perché altrimenti non sanno che farsene di quel fiore in più.
Siamo poi tornati alla matematica dei numeri formando le due squadre che, raggiunto il far west,  si sono affrontate in un vero e proprio duello, matematico ovviamente. 
Le squadre cooperando hanno sottratto, sommato, moltiplicato e poi diviso, e il tutto a mente, senza stress contando con o senza dita, ma con tanto divertimento e partecipazione... E non è importante vincere ma giocare tutti insieme e, infatti, tutti hanno ricevuto l’attestato di “Grande Matematico creativo del Far West”e poi, quando è finita l’ora, un” noooo” si è alzato, seguito da: “Quando lo rifate un altro incontro come questo?”  Il 28 febbraio. “Mamma, voglio tornare il 28 febbraio, mi ci porti?”


Che posso dire di più, la matematica è divertente!!!
Fabio Filippi 

lunedì 22 gennaio 2018

"La matematica è divertente" di Fabio Filippi

Laboratorio di matematica creativa per bambini da 8 a 11 anni

Il 28 febbraio giocheremo con: "La matematica a carte scoperte”

 

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Torniamo a giocare con i numeri... la matematica ancora una volta, come accade sempre nei nostri incontri, diventa strumento per creare, giocare e fare magie!!!

Un incontro per guardare la matematica da un altro punto di vista: quello del gioco! Per scoprire il lato creativo della matematica, un incontro incentrato su giochi di squadra, avventure matematiche, sfide creative e labirinti numerici. Un percorso per stimolare fantasia e pensiero logico, per ridere e per condividere uno spazio giocoso insieme.

Ideato e condotto da Fabio Filippi, ideatore del progetto Matematica e Teatro in GIOCO, insegnante di teatro, conduttore dei laboratori di matematica creativa per bambini, autore del libro “La matematica in scena”.

Quota di partecipazione: 10 euro a bambino


Mercoledì 28 febbraio dalle ore 17:00 alle ore 18:00
Libreria Risvolti - Roma -
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
girasoliamoci@tiscali.it
www.teatroingioco.it

martedì 16 gennaio 2018

Seminario “E se la matematica fosse divertente? ”


Un seminario di matematica creativa, rivolto ad insegnanti, operatori, genitori.

Un incontro per scoprire insieme il lato divertente, creativo, giocoso della matematica. 

Perché la matematica può diventare gioco, narrazione, teatro, comicità.
Esplorando le ricerche di Martin Gardner ci immergeremo nella matematica ricreativa, seguendo le teorie di Edward De Bono e Jerome Bruner scopriremo le tecniche per aiutare il bambino a sviluppare la sua creatività. 

L’obiettivo del seminario è quello di costruire la struttura di un percorso di matematica creativa da sperimentare con i bambini della scuola primaria. Nel seminario, seguendo le linee guida del libro “La matematica in scena” e attraverso altri spunti e riferimenti pedagogici verranno proposte varie attività: storie matematiche da inventare e raccontare, giochi di squadra, magie e scene teatrali matematiche. Nel seminario la teoria si alternerà alla pratica attraverso la proposta di giochi matematici e formule magiche, da sviluppare con i bambini.

Tematiche del seminario:
La matematica può essere divertente? Come?
Creazione di un percorso di matematica creativa per bambini
Analisi e sviluppo di varie proposte operative

Il seminario è ideato e condotto da Fabio Filippi, docente per la formazione con il Metodo Teatro in Gioco® , autore del libro “La matematica in scena”, conduttore di laboratori di matematica creativa per bambini.

La quota del seminario è di 25 euro (comprensiva del libro "La matematica in scena" e dell'attestato di frequenza).

 

Prossima data:  da definire.

Prenotazione obbligatoria.
Per iscriversi è necessario inviare una mail a girasoliamoci@tiscali.it indicando il proprio nominativo ed un recapito telefonico ed attendere mail con i riferimenti per versare la quota.
Le iscrizioni procederanno seguendo l'ordine di arrivo delle mail e verranno automaticamente chiuse al raggiungimento del numero massimo di partecipanti.

www.teatroingioco.it


Data passata:  
05 maggio 2018 dalle 17.15 alle 18.45
Sede del seminario: Libreria Risvolti,  Roma 
24 febbraio 2018 dalle 14.30 alle 16.00
Sede del seminario: Libreria Risvolti,  Roma