Ti AMO davvero...almeno credo! - commedia.

venerdì 9 ottobre 2020

Nuovi Webinar Teatro in Gioco®

 I nostri nuovi webinar in arrivo!!!!!!!

A novembre e dicembre: "Educare alle emozioni"... dopo tante repliche in presenza, in molte città d'Italia, il seminario sarà anche online, per condividere con insegnanti, educatori e genitori il tema dell'educazione emotiva e la valenza dei linguaggi espressivi per educare alle emozioni! 

E, per continuare a lavorare sull'alfabetizzazione emotiva, approfondendo tematiche e scoprendo nuovi percorsi espressivi: "Emozioni in gioco: le emozioni al centro della didattica". Un webinar nuovo, ricco di approfondimenti teorici e percorsi operativi per il nido, la scuola dell'infanzia e la scuola primaria. E continuiamo a giocare con la matematica e con la creatività con il nuovo webinar "Piccoli esploratori in cerca di numeri", con nuove fiabe matematiche e nuovi percorsi da sviluppare con i bambini della scuola dell'infanzia e primaria.Che ne dite? Vi piace il programma? Presto vi daremo tutte le informazioni. Continuiamo a seminare bellezza insieme e a costruire una scuola felice 

info: girasoliteatro102@gmail.com

teatroingioco.it

https://www.facebook.com/metodoteatroingioco


domenica 19 aprile 2020

Magia o matematica? Giochi "matemagici" per la scuola dell'infanzie e primo ciclo scuola primaria


Magia o matematica? Un gioco "matemagico" per bambini

In questo video vi mostriamo un gioco da fare insieme ai bambini, a partire dai 5 anni. E alla fine vi chiederete: è magia o matematica? 

Munitevi di alcuni tappi verdi e bianchi (vanno bene anche dei pezzetti di carta!) e seguite le indicazioni. Giocate insieme a noi: contate, togliete, aggiungete e...magia!!!!! 
Questo gioco è stato ideato da Fabio Filippi, autore dei libri "Fiabe matematiche" e "La matematica in scena". La matematica può anche essere creativa e giocosa!





Magia o Matematica? La magia delle stelline

Un nuovo gioco "matemagico" ideato da Fabio Filippi, rivolto ai bambini più piccoli, della scuola dell'infanzia e della prima elementare! Giocando con noi i bambini, oltre a sorprendersi per questa magia, potranno: contare le stelline, aggiungere, togliere, esplorare diversi concetti fra i quali "sopra", "sotto", "piccolo", "grande". Un modo giocoso per sviluppare l'intelligenza matematica e il senso numerico. Trovate altri percorsi, giochi e fiabe matematiche nel libro "Fiabe matematiche" di Fabio Filippi. 

 

 


lunedì 9 marzo 2020

Clown X, il clown della matematica visiva


È vero che siamo matematici sconclusionati, ma non siamo persone superficiali ed è per questo che gli incontri del club dei Matematici sconclusionati sono rimandati. 
Però, c’è sempre un però, ho detto ai miei matematici di giocare a casa con la Matematica visiva. Cos’è? Vi starete chiedendo, ebbene: la matematica visiva rende visivi alcuni concetti matematici e, oltre ad essere divertente, stimolante e creativa da fare, aiuta i ragazzi ad apprendere il senso del numero. Aspetto che i ragazzi mi rimandino i loro disegni di matematica visiva e poi magari qualcuno lo condividiamo.

Oggi, invece, sempre parlando di matematica visiva, voglio presentarvi una mia invenzione: 

Il Clown X


Il Clown X, sembra a prima vista il semplice disegno di un clown, ma a prima vista, a volte, le cose possono sembrare quello che non sono, sempre meglio ampliare lo sguardo! 
Proviamo a guardare con attenzione… ed infatti, 
se guardiamo attentamente … sotto i capelli, appare… cosa appare?
Una scritta, che dice:




Scopri l’equazione. X =? 
Ma allora forse il naso non è un naso… e gli occhi non sono solo occhi… e ora che guardo bene, quei rettangoloni ai lati del viso, quello rosso a sinistra e quello strano a dx sono… tutti simboli matematici che possono aiutarmi a risolvere quello che mi chiede il Clown X: Scopri L’equazione e quanto vale la x. 

Non vi spaventate alla parola equazione, così come il Clown X non era solo un Clown, l’equazione non è una cosa spaventosa come sembra. 
Ve lo dimostro:
se io vi dicessi 8+x=10, quanto vale x? 
Tutti saprebbero rispondermi. Tutti, giusto? [X=2] 
Ed io potrei scegliere di disegnare l’equazione 8+x=10 così:


L’equazione che ci presenta il Clown X è un pochino più difficile di 8+x=10, ma di pochissimo, e poi ormai avete tutte le indicazioni che vi servono. E per essere precisi, la x può addirittura avere due valori esatti. Riuscite a scoprirla? La vostra x=? che valore avrà? E come sarà il vostro Clown X? 
Se vi va, bambini e ragazzi, mandatemi i vostri disegni di matematica visiva a girasoliamoci@tiscali.it indicando il vostro nome, classe, istituto e città. 

Grazie, e buona matematica visiva a tutti.
Fabio Filippi, ideatore del Club dei Matematici Sconclusionati- www.teatroingioco.it



Sotto se volete sapere come è diventato il mio CLOWN X



venerdì 28 febbraio 2020

Nuovo incontro del Club dei Matematici Sconclusionati, laboratorio matematico.

Ieri, 27.02.2020, nuovo incontro per il Club dei Matematici Sconclusionati, laboratorio matematico. 
Ideato e condotto da Fabio Filippi.

 
Ho aggiunto nel titolo laboratorio matematico, perché vorrei dare risalto all'aspetto "laboratoriale" che caratterizza ogni nostro singolo incontro, 
ossia vivere uno spazio di sperimentazione, dove poter scoprire e costruire conoscenze matematiche in modo operativo. Porre attenzione all’errore, che poi purtroppo è quasi sempre dovuto ad un calcolo sbagliato (e non ad un ragionamento sbagliato!!!), sia esso una divisione o una sottrazione,  o alle fatidiche Tabelline. Croce e mai delizia di una buona parte di studenti… lunedì con alunni di seconda ho vissuto, attraverso loro, le prime preoccupazioni legate al fatto di dover imparare a memoria le tabelline del 2, del 3 e del 4, confondendo spesso la risposta da dare... ahimé...ritrovo a volte le stesse preoccupazioni (a volte sconfinano in puro terrore!) per le tabelline anche con i miei matematici sconclusionati di prima media!!!!  

Forse, le tabelline non sono da sottovalutare, forse non sono solo una parte del programma, forse sono proprio le tabelline che fanno dire: "io odio la matematica". E forse, questa, è una cosa che non andrebbe trascurata. Secondo me, proprio noi che parliamo di risolvere problemi, di probabile e improbabile, forse, potremmo iniziare a dire che: Non tutte le persone che non sanno le tabelline odiano la matematica, ma tutte le persone che odiano la matematica non sanno le tabelline! Forse. Che ne dite? A me ha molto colpito leggere le teorie di Stanislas Dehaene: "Le tabelline: una pratica contro natura? (...) Da una conoscenza intuitiva delle quantità numeriche si passa a un'aritmetica imparata a memoria. Tale importante svolta coincide anche con le prime difficoltà matematiche, e non è un caso. Improvvisamente fare progressi in matematica significa immagazzinare in memoria una quantità di informazioni numeriche. Il bambino di solito vi si rassegna ma, come vedremo, questo spesso gli costa la perdita di ogni comprensione intuitiva delle operazioni aritmetiche". Ed ora... buone tabelline a tutti!