mercoledì 31 dicembre 2014

Per il 2015..

.. Tanta bellezza in questo nuovo anno che sta per arrivare.. la bellezza e l'amore e lo stupore e la creatività e il coraggio e l'energia e la passione che mettiamo in ogni piccola grande cosa che scegliamo di costruire ogni giorno. 
Tanti auguri!!!!

mercoledì 17 dicembre 2014

Una stanza tutta per noi...

Ultimo incontro prima della pausa natalizia del corso Una stanza tutta per noi..
Stiamo scoprendo personaggi molto particolari, complessi, lontani dal nostro modo di essere, pensare, agire e vivere.. Non è forse questo il potere magico del teatro? Essere altro da noi. Interpretare ruoli che non ci appartengono, personaggi distanti dal nostro sentire che però ci affascinano fortemente, vivere nuove vite.. Quest'anno credo di aver scelto personaggi davvero "estremi", soprattutto nel senso di "lontani da noi".
Tutto il nostro percorso espressivo e formativo è ricerca, nuova linfa, sfida creativa. E la strada delineata fino ad ora mi sembra quella giusta!
Dal personaggio dell'Amante appena adolescente alla prostituta, dalla donna che non vede alla "donna strega"..questa sera che ruolo ci aspetta?

sabato 6 dicembre 2014

IL TEATRO IN PERIFERIA..

Ho sempre pensato al teatro come ad uno spazio per muovere idee.. Non solo qualcosa da guardare, ma da vivere. Un luogo per costruire pensieri. E negli spazi dimenticati dalla classe dirigente, e si tratta quasi sempre delle periferie, spesso manca tutto: dai cassonetti per la spazzatura ai marciapiedi..Ecco, c'è bisogno di questo e di molto altro. E c'è bisogno anche di spazi culturali come il nuovo Teatro Ex Enaoli. Perchè è in questi luoghi che si nutrono le idee.

Le periferie non sono spazi vitali di serie B. Le persone non dovrebbero mai essere considerate di serie B. Ma questo accade. Basta guardarsi attorno. Gli spettacoli all'Ex Teatro Enaoli hanno un valore simbolico oltre che reale. Il teatro in periferia. Dove mancano ancora tante cose ma vuole esserci un teatro. E speriamo che sia solo l'inizio! L'inizio di una storia teatrale ed umana ricca di incontri, proposte, dialoghi, cultura. Ed è la cultura che ci rende persone libere. Di pensare, di agire, di scegliere con la nostra testa.

Lo spettacolo Donne in Due tempi è stato intenso. Una serata bella, significativa. Un testo che in alcuni punti mi emoziona sempre mentre lo interpreto. 


E l'unione delle risorse e delle nostre creatività. Noi (io, Fabio, Simona) con Diari di donne, e Marco e Serena con Donne. Un luogo comune. Enrico alle luci. Benedetto alla "guida" del percorso :)
E' bello condividere il palco e le energie.  

E grazie a Dana per le foto!

martedì 2 dicembre 2014