giovedì 25 febbraio 2016

LA MATEMATICA E'... DIVERTENTE!

sabato 21 maggio  "LABIRINTO 234"  
Nuovo appuntamento con: La matematica è... divertente! 
Nuovi giochi, nuovi esercizi e tante curiosità!!!  
Rivolto ai bambini, età 8 -11 anni.
                    
Posti limitati, prenotazione obbligatoria.      
              
Tuo figlio odia la matematica? Questo potrebbe essere un incontro adatto a lui! 
Tua figlia invece adora la matematica? L'incontro si rivolge anche a lei! 
"La matematica è divertente" è un ciclo di incontri per avvicinare i bambini alla matematica, in modo creativo e giocoso.
Attraverso specifici "giochi matematici" e una buona dose di risate i bambini potranno esplorare anche il lato divertente, magico e creativo della matematica. 
Si gioca in gruppo e questa modalità favorisce anche lo spirito cooperativo e la relazione espressiva. Ridere, scoprire, giocare con la matematica, giocare insieme!                    
                   

Quando: sabato 21 maggio dalle 15.00 alle 16.00
Quota di partecipazione: 8 euro a bambino
 
         
             
L'incontro è condotto da Fabio Filippi, ideatore del progetto "Teatro e Matematica in Gioco", insegnante di teatro e di pedagogia della risata per bambini ed adulti. 
 
"LABIRINTO 234" 
nuovo appuntamento con  
La matematica è... divertente!
sabato 21 maggio 2016
dalle 15.00 alle 16.00
Libreria Risvolti Via Sestio Calvino - Roma.
Tel./Fax. 0689537244
e-mail:girasoliamoci@tiscali.it
www.teatroingioco.it 

video: L'equazione in 20 secondi

lunedì 8 febbraio 2016

La matematica può essere… magica, divertente, appassionante? Noi ci stiamo provando!

La matematica può essere … magica, divertente, appassionante? Noi ci stiamo provando!
Oggi un nuovo incontro a scuola. Siamo partiti con una magia.  “Ma è magia o è matematica?” 
Abbiamo scoperto alcuni trucchi per poter riconoscere quei numeri che dopo varie passaggi si camuffano. Poi, con “La battaglia dei numeri” abbiamo toccato con mano cosa sono i numeri primi e abbiamo anche scoperto che la fortuna serve sempre, anche in matematica.

Poi grazie a Talete, il primo matematico della storia, ci siamo divertiti ad usare la fantasia per risolvere un problema che gli era capitato circa 2600 anni fa, e quando abbiamo scoperto come Talete lo aveva risolto, lo stupore ci ha fatto ridere. Abbiamo riso,  molto,  con i problemi comici e c’è chi prendendo spunto dal “salvare capra e cavoli” ha inventato, scritto ed interpretato un racconto.
Quello che di sicuro non abbiamo fatto è esserci annoiati, o non aver partecipato. Tutti hanno giocato, e giocando hanno studiato, tutti sono stati presenti ed attivi. Tutti  in gruppo e ognuno con un ruolo specifico che all’occasione poteva essere cambiato. E poi ascolti una frase che ti fa piacere: “Oggi con la matematica, ci siamo proprio divertiti!”

Fabio Filippi

lunedì 1 febbraio 2016

Seminario “Un naso per rosso per giocare e pedagogia della risata”

IMPARARE RIDENDO… IMPARARE A RIDERE: strategie didattiche per un apprendimento giocoso ed efficace. 

“Smettila di ridere! Fai il serio!”: quante volte abbiamo sentito questa frase? Quante volte –troppe!– l’idea di persona “poco seria” nel senso di poco affidabile è stata accomunata al “ridere”? Ridere è ancora un tabù pedagogico in alcune situazioni e contesti: possono farlo i bimbi più piccoli, diventa inappropriato per i bambini più grandi, come se “ ridere” significasse sempre e comunque “screditare”qualcuno o qualcosa. Ma non è così! C’è la risata di scherno, ed è su questa che andrebbe fatto un lavoro di comprensione e analisi con i bambini, e poi c’è la risata che unisce, sdrammatizza, rafforza i legami affettivi, libera dalle tensioni … in poche parole: fa bene!!!!! Partendo da queste riflessioni, il seminario “Un naso rosso per giocare e pedagogia della risata” intende fare della “risata” strumento per apprendere e comunicare, per relazionarsi ed esprimersi in modo creativo. Il clown è un personaggio che può trasformare i “difetti” in risorse e questa è una chiave di lettura importante da mostrare ai bambini. E’ su questo clown che lavoreremo: un personaggio buffo, luminoso e pieno di risorse espressive, che ride e fa ridere. Il clown sbaglia: dal suo errore nasce una storia. Questo è di per sé un messaggio importante da trasmettere ai bambini: non abbiate paura di sbagliare, non esiste la perfezione, sbagliando si impara! “Sbagliando si impara è un vecchio proverbio. Il nuovo potrebbe dire che sbagliando si inventa” scrive Gianni Rodari. Via libera quindi alla sperimentazione, ai tentativi creativi, al pensiero divergente, alla comicità. 

Il programma formativo si compone di tre percorsi. 
Un percorso didattico ci permettere di costruire un piccolo vocabolario di strumenti operativi da utilizzare con i bimbi più piccoli, della scuola dell’infanzia. Un secondo percorso ci permetterà di affrontare, in modo più articolato, il personaggio clown con i bambini della scuola primaria. 
Un terzo percorso pedagogico sarà incentrato sulle tecniche di scrittura creativa specifiche per i bambini della scuola primaria, per permettere loro di ideare e costruire situazioni e personaggi comici.
 
Seminario “Un naso per rosso per giocare e pedagogia della risata”: 20-21 febbraio, Roma
Orario: Sabato 16.00 - 20.00, Domenica dalle 14.00 - 18.00
sede: Via Botero 18 (Metro Furio Camillo) 

Ultimi 5 posti disponibili
Per info e prenotazioni: girasoliamoci@tiscali.it
www.teatroingioco.it