domenica 30 giugno 2013

COLLOQUI PRELIMINARI PER CORSO PER OPERATORI TEATRALI


Sono aperte le iscrizioni al corso di formazione per operatori teatrali per bambini 2013, che si svolgerà a Roma nel periodo ottobre/dicembre 2013. Il corso si struttura in 9 incontri ed ha l'obiettivo di fornire una metodologia operativa per condurre ed elaborare percorsi teatrali ed espressivi per e con i bambini. Il corso è a numero chiuso.

E' possibile prenotarsi per effettuare un colloquio preliminare di conoscenza. Il colloquio ha l'obiettivo di illustrare dettagliatamente il programma didattico del corso e la metodologia operativa Teatro in Gioco. Ha anche lo scopo di conoscere le persone interessate al corso valutando le rispettive esigenze formative.

Le date dei colloqui attualmente sono:

Domenica 7 luglio alle 18.30
Mercoledì 10 luglio alle 19.30

Per prenotarsi: telefonare al 347/2417545 oppure mandare una mail a: girasoliamoci@tiscali.it indicando nome,cognome e giorno in cui si intende effettuare il colloquio ed aspettare una mail di conferma.

Per approfondimenti sul corso: http://girasoliteatro.blogspot.com/2010/10/corso-per-operatori-teatrali-per.html

giovedì 20 giugno 2013

Appartenenza a Taglio Corto...


20 giugno ore 22.00

 
Appartenenza a Taglio Corto.. corti teatrali tratti dallo spettacolo Appartenenza e dalla rassegna Teatro a Taglio Corto:
ridere, riflettere, emozionarsi..

al
Circolo degli Artisti
via casilina vecchia 42

INGRESSO LIBERO
  segue







venerdì 14 giugno 2013

900..in scena!

"Io regno, è un fatto, quindi un diritto, ma un diritto che non si discute, dovrete adattarvi.." Così recita la Peste anche nel nostro "Io regno", un adattamento del testo Lo stato d'assedio di Camus. Frutto di mesi di lavoro, prove, mettendo in primo piano impegno e passione. Fase conclusiva del percorso di pedagogia teatrale "900..in corso" che ci ha fatto viaggiare in un 900 teatrale ricco di stimoli, cambiamenti, sperimentazioni.. dall'espressionismo al teatro danza, da Mejerchold a Brecht..
Fino ad arrivare allo spettacolo da allestire.. Contattando le dimensioni di vittime e carnefici attraverso un percorso espressivo tratto dal teatro dell'oppresso, abbiamo iniziato a confrontarci con questo ambizioso, meraviglioso progetto. Mettere in scena uno spettacolo sul potere ad ogni costo: la macchina del potere, le vittime innocenti, la ribellione, la soppressione.. Chi vincerà? La storia si ripete. Tic tac tic tac. Per un tiranno che se ne va un nuovo potente arriverà..
Siamo pronti. Abbiamo lavorato tanto con un unico obiettivo: creare uno spettacolo convincente, forte, emozionante. Abbiamo cercato la globalità dei linguaggi.. recitazione naturalista, scene di matrice espressionista e brechtiana, biomeccanica, teatro danza.. Da un punto di vista emotivo nel testo c'è tutto: amore, passione, paura, follia, cinismo, dolore, gioia, coraggio.. C'è la macchina del potere; c'è un governatore corrotto e vigliacco, ci sono i "matti" del paese; ci sono gli innamorati, c'è tutto il popolo che subisce e permette al meccanismo di funzionare..  "Ci sono tutti: c'è tutta la tradizione seduta e ben posata.."
E c'è un pezzetto di ognuno di noi.. che è diventato parte dello spettacolo per dare forma a tutto lo spettacolo.
Perchè il teatro è un progetto corale e in questo lavoro teatrale è più vero che mai..
La concezione dello spettacolo è quella di un grande macchinario espressivo, un insieme di voci, movimenti, corpi e parole che vibrano in scena.
Oggi inizia la vera avventura. Il debutto. Chi è di scena.. Sono emozionata e non vedo l'ora.