martedì 13 febbraio 2018

Un incontro di matematica creativa con i bambini!!! Ideato e condotto da Fabio Filippi



Il 7 febbraio si è svolto il primo incontro dell’anno di La matematica è divertente presso la libreria Risvolti. 
Bambini di terza e quarta elementare, connubio perfetto per me, bambini e matematica. 
Un mondo da scoprire. 
Ci presentiamo, qualcuno lo conosco già, non tutti, ma è presto fatto. Ed iniziamo dal: Che cos’è un problema? E le risposte variano dalla spiegazione perfetta,  passo passo, di che cosa è un problema matematico di M., al  “Dover pagare l’affitto” di E.

Ed è proprio questa seconda  risposta che mi fa ben sperare e così metto alla prova il loro distaccarsi dai numeri chiedendo di risolvere un problema di matematica “da strada”, quella reale, la matematica pratica di tutti i giorni. Un tipo di matematica con cui i bambini non sono abituati a confrontarsi. Ma, anche per loro il problema delle 14 maestre che devono salire in 4 macchine, è stato difficile da risolvere... “c’è il resto di 2... quindi 3 in ogni macchina” “e le altre 2?” – chiedo – “... devono venire per forza?” –mi rispondono-. Che, comunque, è già un passo avanti rispetto alla classe che ha risposto: “tre maestre e mezza per macchina”   

Facciamoli ragionare i bambini, facciamo diventare quei numeri realtà, perché altrimenti, se si trovano con 15 fiori da mettere in 3 vasi, va tutto bene, ma se mi si rompe un vaso, insieme ai cocci buttano anche un fiore, perché altrimenti non sanno che farsene di quel fiore in più.
Siamo poi tornati alla matematica dei numeri formando le due squadre che, raggiunto il far west,  si sono affrontate in un vero e proprio duello, matematico ovviamente. 
Le squadre cooperando hanno sottratto, sommato, moltiplicato e poi diviso, e il tutto a mente, senza stress contando con o senza dita, ma con tanto divertimento e partecipazione... E non è importante vincere ma giocare tutti insieme e, infatti, tutti hanno ricevuto l’attestato di “Grande Matematico creativo del Far West”e poi, quando è finita l’ora, un” noooo” si è alzato, seguito da: “Quando lo rifate un altro incontro come questo?”  Il 28 febbraio. “Mamma, voglio tornare il 28 febbraio, mi ci porti?”


Che posso dire di più, la matematica è divertente!!!
Fabio Filippi 

Nessun commento:

Posta un commento