mercoledì 5 dicembre 2012

emozioni da palcoscenico

Solo il palco ti sa dare quel tipo di emozioni.
E se non le provi difficilmente riesci ad immaginarle.
Sensazioni strane, particolari...
palco dopo palco, spettacolo dopo spettacolo non saprei associarle ad altri eventi o situazioni.

Emozioni da palcoscenico. C'è un'aria che puoi quasi "toccare" nei camerini, per quanto è densa.La tagliano i corpi degli attori che camminano avanti e indietro, mille e mille altre volte prima di cominciare. C'è chi articola, chi saltella, chi cammina, chi sta immobile in stato catatonico, chi si specchia, chi pensa "chi me lo ha fatto fare..", chi canticchia, chi semplicemente aspetta...  Adrenalina, energia, ansia, euforia, egocentrismo, spirito di gruppo..di tutto un pò. Nello spettacolo Teatro a Taglio Corto insieme a me e a Fabio recitano i nostri allievi-attori dell'Officina GirasoliTeatro: siamo ormai una grande famiglia, una squadra che funziona e che "spacca", una squadra che non cambierei per stima ed affetto. In tanti si fa meglio secondo me. Non ho mai vissuto il teatro come un evento da solista..Teatro a Taglio Corto sicuramente è un progetto corale e incentrato sulle risorse del gruppo. Una grande macchina teatrale dove ognuno è un ingranaggio indispensabile per far funzionare tutto. Ieri lo spazio nuovo mi è piaciuto. Uno stile vagamente horror dall'ingresso ai camerini..ma un palco "caldo",accogliente. Uno scambio di energia fra attori e pubblico interessante, un bel clima di ascolto. Lo spettacolo è stato intenso, i pezzi erano tutti vibranti..ci abbiamo messo tante storie serie,impegnate..e anche la comicità non è stata mai scontata o banale. Ho sentito un buon equilibrio nello spettacolo..risate,ascolto,riflessione.. I brani danzati sono stati una sfida,lanciata da noi e accolta dagli attori. Una sfida vinta:abbiamo portato anche un momento di teatro danza nello spettacolo. Non è poco. E si può osare di più. (Qui i nostri allievi-attori staranno già in ansia!) Ho recitato con gusto e passione, come sempre..cercando di diventare uno strumento espressivo, per il pubblico. Ho ascoltato e guardato tutti gli attori (sbirciando dalla quinta) con orgoglio e piacere. Al Teatro Studio Uno ieri è ufficialmente iniziata la nuova stagione di Teatro a Taglio Corto. E' stato bello ricominciare, riprendere questo progetto, sperimentare, aprire le danze. E' solo l'inizio. Fra poco più di un mese torniamo in scena, con nuove storie e nuove emozioni. Vogliamo raccontare al pubblico un frammento di quello che stiamo sperimentando nella formazione..quindi spazio all'espressionismo, al surrealismo, alla danza e alla biomeccanica. Sicuramente non ci annoieremo! C'è tanto da fare..

2 commenti:

  1. che belle parole.. sembrava di essere li in mezzo a voi e di vedervi vivere questa serata...

    RispondiElimina
  2. Già e il tempo non sembra essere mai passato per molti aspetti... Però l'intensitàcon cui si viene rapiti da queste storie é fulminea! Storie così semplici e reali da apparire quasi ovvie, ma nella loro immediatezza sorprendenti :-D bravi ragazzi

    RispondiElimina