sabato 6 aprile 2013

Appartenenza in scena..

Quanto tempo ci mette a "calare" l'adrenalina? 
Un tempo variabile, per me sempre lunghissimo, soprattutto dopo un debutto. 
Un vortice di sensazioni emozioni frammenti che si muovono nella pancia, nel respiro, nei pensieri..e mi tengono sveglia per gran parte della notte, ripercorrendo scene,
immagini, attimi. 
Ora posso davvero dire: Appartenenza ci appartiene! Appartenenza mi piace, mi emoziona, mi coinvolge profondamente, tocca corde che vibrano dentro di me.. E non solo. Appartenenza ha coinvolto intensamente tutti gli attori e ieri la fusione è stata totale. Seppur non perfetto (si può ancora crescere e fare meglio andando in scena ancora e ancora) non cambierei una virgola. Era così denso di adrenalina, emozione, voglia di andare in scena che qualche imperfezione tecnica non conta.

Un "Appartenenza di tutti" ieri è andato in scena, per la prima volta.Il primo confronto con il pubblico. Il teatro pieno, il pubblico attento, coinvolto, lì, vicinissimo a noi, in uno spazio intimo, dove il confine fra attori e spettatori quasi si annulla. Emergency presente, da sostenere. Ed è stato fatto, e bene. A chi ancora dovesse chiedermi "voi che ci guadagnate?", oggi, con più forza posso rispondere: questa meravigliosa sensazione di andare in scena, dicendo ciò che penso, sento..interpretando un testo che ho scritto e condiviso innanzitutto con Fabio. La meravigliosa sensazione di aver formato un gruppo di attori che abbiamo scelto e che ci hanno scelto. La condivisione di un progetto che abbiamo fatto crescere negli ultimi tre mesi, cullandolo come un figlio. Gli abbracci forti ieri sera, nei camerini, finito lo spettacolo.La meravigliosa sensazione di poter fare ciò che veramente ci piace. La meravigliosa sensazione di sapere che questo spettacolo,in queste tre date, è un contributo concreto, reale, per sostenere le associazioni presenti.Un senso pieno di libertà -di scegliere la tua vita, il tuo lavoro, il tuo tempo- che non ha prezzo e non può essere comprato.

Stasera sosteniamo l'Associazione Banco Alimentare Roma. Per il pubblico che ha già prenotato: se volete dare il vostro contributo, ricordatevi di portare a teatro cibo non deperibile.

Da parte mia e di Fabio un grazie a: Annarita, Annamonica, Cristiana, Laura, Tony, Alessio, Paola, Iacopo.
Un grazie ad Eleonora per le foto di scena, esposte a teatro.
Un grazie ad Andrea per le foto durante lo spettacolo.
Grazie a Laura e Francesco per l'accoglienza pubblico.
Grazie a Veronica, Giulia e Andrea che ieri erano nel pubblico a sostenerci e stasera saranno in scena.
Grazie a Sergio che è stato presente per Emergency.
Grazie a tutto il pubblico.

Nessun commento:

Posta un commento